Page 9 - Guida_Superbonus110__
P. 9

5. INTERVENTI AGEVOLABILI



            INTERVENTI PRINCIPALI O TRAINANTI


            Interventi di isolamento termico degli involucri edilizi
            Il  Superbonus  spetta  nel  caso  di  interventi  di  isolamento  termico  delle  superfici
            opache  verticali,  orizzontali  (coperture,  pavimenti)  e  inclinate  delimitanti  il  volume
            riscaldato,  verso  l’esterno,  verso  vani  non  riscaldati  o  il  terreno  che  interessano
            l'involucro  dell'edificio,  anche  unifamiliare  o  dell’unità  immobiliare  sita  all'interno  di
            edifici  plurifamiliari  che  sia  funzionalmente  indipendente  e  disponga  di  uno  o  più
            accessi  autonomi  dall’esterno,  con  un’incidenza  superiore  al  25%  della  superficie
            disperdente lorda dell’edificio medesimo e che rispettano i requisiti di trasmittanza “U”
                                             2
            (potenza  termica  dispersa  per  m   di  superficie  e  per  grado  Kelvin  di  differenza  di
                                             2
            temperatura),  espressa  in  W/m K,  definiti  dal  decreto  di  cui  al  comma  3-ter
            dell’articolo 14 del decreto legge n. 63/2013. Nelle more dell’emanazione del suddetto
    SUPERBONUS 110% - luglio 2020   I materiali isolanti utilizzati devono rispettare, inoltre, i criteri ambientali minimi di cui
            decreto si applicano i valori delle trasmittanze riportati nel decreto  del Ministro dello
            sviluppo economico dell’11 marzo 2008 come modificato dal decreto 26 gennaio 2010.


            al decreto del Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 11 ottobre
            2017.

            Per tali interventi il Superbonus è calcolato su un ammontare complessivo delle spese
            pari a:

                50.000  euro,  per  gli  edifici  unifamiliari  o  per  le  unità  immobiliari  funzionalmente
            •
                indipendenti site all’interno di edifici plurifamiliari
            •   40.000  euro,  moltiplicato  per  il  numero  delle  unità  immobiliari  che  compongono
                l’edificio, se lo stesso è composto da due a otto unità immobiliari

            •   30.000  euro,  moltiplicato  per  il  numero  delle  unità  immobiliari  che  compongono
                l’edificio, se lo stesso è composto da più di otto unità immobiliari.


            Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale sulle parti comuni

            Si tratta degli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici, di sostituzione degli
            impianti  di  climatizzazione  invernale  esistenti  con  impianti  centralizzati  destinati  al
            riscaldamento, al raffrescamento nel caso che si installino pompe di calore reversibili e
            alla produzione di acqua calda sanitaria, dotati di:
            •   generatori  di  calore  a  condensazione,  con  efficienza  almeno  pari  alla  classe  A  di
                prodotto prevista  dal  regolamento  delegato (UE) n. 811/2013 della  Commissione
                del 18 febbraio 2013

            •   generatori a pompe di calore, ad alta efficienza, anche con sonde geotermiche



                                                      8
   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14